Crepes, croissant e pain au chocolat: un viaggio nella pasticceria parigina

Ciao a tutti, eccomi di nuovo qui per raccontarvi del mio ultimo viaggio all’insegna dell’enogastronomia. Come alcuni di voi sanno, mi è stato regalato uno splendido fine settimana nella città degli innamorati, forse la capitale europea che più ho apprezzato nei ultimi anni: Parigi. Ebbene, tra una visita alla Torre Effeil e una passaggiata (veloce) lungo gli Champ Elisee, non potevo di certo non fermarmi ad assaporare il meglio della pasticceria francese.

In tutto sono stata a Parigi due giorni e mezzo, la prima cosa che ho fatto venerdì, appena scena dell’aereo è stata cercare una delle tante boulangerie (panetteria) dove fare merenda con uno splendido pain au cholat: croissant di forma quadrata arrotolotato su una o più barre di cioccolato. In alcuni posti si trova farcito anche con crema e cioccolato… vi lascio immaginare la bontà…

Dopo aver camminato un pomeriggio intero e fatto sosta per un aperitivo in uno dei tantissimi cafè parigini che offrono a poco prezzo cocktail o birre, la mia giornata è finita presto… Il giorno dopo, il sabato, sono però riuscita a svegliarmi di buon ora e a fare colazione con un delizioso croissant acquistato proprio sotto l’appartamento che ho preso in affitto (in Avenue Simon de Bolivar). Ebbene, per una abituata a far colazione con i biscotti integrali è un pò pesantino da digerire, perchè la quantità di burro presente nell’impasto è abbastanza elevata, ma vale davvero la pena!

Durante le ore successive io e il mio ragazzo abbiamo girato come dei matti per la città, cercando di vedere il più possibile e tralasciando anche il pranzo. Arrivati a sera, non riuscivamo quasi più a stare in piedi, così ci siamo fermati in una splendida crêperie a degustare una crepes salata preparata con farina integrale e farcita con formaggio e prosciutto cotto e una dolce a base di nutella… Deliziose, non ci sono altre parole per descriverle!

Il giorno seguente, dopo una super colazione sempre a base di croissant, abbiamo deciso invece di pranzare a casa e di acquistare delle meravigliose baguette da farcire con verdure e camembert. Le baguette francesi si sa, sono famose in tutto il mondo per la loro bontà, ma ho apprezzato più del solito il pane per eccellenza della tradizione francese, sarà l’aria romantica della città? Non so, fatto sta che a Parigi vengono sfornate moltissime baguette a ogni ora del giorno e le boulangeriè sono sempre aperte (compresa la domenica) dal mattino presto fino almeno alle 8 di sera.

In attesa di tornare in questa meravigliosa città auguro a tutti una splendida giornata!

Continue Reading